Per quanto riguarda i tempi di pagamento delle fatture, il comma 3, dell’articolo 62 del D.L. 1/2012 del 24 gennaio 2012, convertito dalla legge 27 del 24 marzo 2012, recita:

<< Per i contratti di cui al comma 1, il pagamento del corrispettivo deve essere effettuato per le merci deteriorabili entro il termine legale di trenta giorni e per tutte le altre merci entro il termine di sessanta giorni. In entrambi i casi il termine decorre dall’ultimo giorno del mese di ricevimento della fattura. Gli interessi decorrono automaticamente dal giorno successivo alla scadenza del termine. In questi casi il saggio degli interessi e’ maggiorato di ulteriori due punti percentuali ed e’ inderogabile >>

Di cui la necessità di poter certificare  la data di ricevimento delle fatture.

Per rispondere a questa necessità, il DM di applicazione del provvedimento, emanato il 19 ottobre 2012, prevede all’articolo 5, terzo comma:

<< Ai fini della determinazione degli interessi dovuti al creditore in caso di ritardo di pagamento di cui all’art. 62 comma 3 del decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 marzo 2012, n. 27, la data di ricevimento della fattura è validamente certificata solo nel caso di consegna della fattura a mano, di invio a mezzo di raccomandata A.R., di posta elettronica certificata (PEC) o di impiego del sistema EDI (Electronic Data Interchange) o altro mezzo equivalente, come previsto dalla vigente normativa fiscale >>

A questo punto, ci sono pochi dubbi sul fatto che, per motivi di economicità e praticità, la PEC sarà lo strumento privilegiato dalle aziende per certificare la data di ricevimento delle fattura.

In caso di controversie o contenziosi, i messaggi e le ricevute PEC hanno, quindi, pieno valore probatorio; ma per poter essere prodotti in caso di controllo o in legale, dovranno, ovviamente, essere stati archiviati e conservati in modo sicuro per tutto il tempo necessario (per i fornitori di servizi di Posta Elettronica Certificata quest’obbligo di custodia delle transazioni è limitato a soli trenta mesi).

ADS-PEC, abbinato con gli altri moduli della suite ADS-Doc, fornisce una risposta semplice ed efficace alle problematiche nate con l’entrata in vigore dell’articolo 62.


febbraio 4, 2014
posta-elettronica-certificata

Articolo 62 per la filiera agroalimentare

Per quanto riguarda i tempi di pagamento delle fatture, il comma 3, dell’articolo 62 del D.L. 1/2012 del 24 gennaio 2012, convertito dalla legge 27 del […]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi