INI-PEC - Indice nazionale degli indirizzi PEC delle aziende

L’articolo interessato prevede:

<< Art. 5 Posta elettronica certificata – indice nazionale degli indirizzi delle imprese e dei professionisti
...
3. Al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, dopo l'articolo 6, è inserito il seguente: «Art. 6-bis (Indice nazionale degli indirizzi PEC delle imprese e dei professionisti). – 1. Al fine di favorire la presentazione di istanze, dichiarazioni e dati, nonchè lo scambio di informazioni e documenti tra la pubblica amministrazione e le imprese e i professionisti in modalità telematica, è istituito, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto e con le risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente, il pubblico elenco denominato Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata (INI-PEC) delle imprese e dei professionisti, presso il Ministero per lo sviluppo economico >>

Con la disponibilità di un indice nazionale degli indirizzi PEC è evidente che le aziende ricorreranno sempre più spesso alla PEC per lo scambio di documenti commerciali (preventivi, ordini, fatture, ecc.). Inoltre, per economicità e praticità, buona parte della corrispondenza inviata tradizionalmente con raccomandata A/R, sarà, invece, trasmessa facendo ricorso alla Posta Elettronica Certificata.

è quindi facile prevedere, già nei prossimi mesi, una crescita esponenziale del traffico PEC tra aziende.

In questo scenario e per soddisfare gli obblighi del C.C. (art. 2214 e 2220), relativamente alla conservazione della documentazione commerciale, risulta particolarmente indicato avvalersi di un sistema di archiviazione digitale in grado di automatizzare l’acquisizione dei messaggi di posta elettronica certificata e delle relative ricevute per poter, successivamente, procedere con la conservazione sostitutiva di tutti documenti e ricevute che possono avere una rilevanza fiscale o giuridica (è bene ricordare che i gestori di servizi di Posta Elettronica Certificata hanno l’obbligo di mantenere traccia delle operazioni svolte soltanto per trenta mesi - DPR 11 febbraio 2005, n.68 art. 11).

ADS-PEC, abbinato con gli altri moduli della suite ADS-Doc, è in grado di fornire una risposta semplice ed efficace a tutte le problematiche relative all’archiviazione e la conservazione del messaggi di PEC.